loader

Pronti per la prova costume? Usa la Carbossiterapia!

by on 5 luglio 2017

La Carbossiterapia è uno dei trattamenti d’urto più indicati per combattere la cellulite, un inestetismo che affligge quasi l’80% delle donne. E non solo loro!

Questa tecnica nasce e si sviluppa in Francia ed ha la sua specificità nell’utilizzo dell’anidride carbonica medicale.

Questo trattamento può essere effettuato solo da personale medico specializzato: ricordati sempre che si tratta della tua salute, tutte le volte che vuoi intervenire sul tuo corpo!

La CARBOSSITERAPIA consiste nell’iniezione sottocutanea di anidride carbonica medicale che si distribuisce nel tessuto sottocutaneo e nel grasso, dove esplica la sua azione localmente: la sua funzione principale è quella di aumentare l’afflusso di sangue ai tessuti (vasodilatazione), nella zona interessata.

E grazie a questa azione vedrai che aumenterà l’ossigenazione e, di conseguenza, le sostanze nutritive eliminando la ritenzione idrica, ed apportando quindi benefici davvero visibili alla tua pelle.

Questa terapia può essere applicata a QUALUNQUE tipo di paziente, esclusi quelli con patologie gravi come l’acidosi metabolica, dato che l’anidride carbonica è una sostanza che fa parte della nostra respirazione. Non è possibile esserne allergici!

Inoltre la sua espulsione dal nostro corpo avviene in pochissimi minuti, lasciando però all’interno il suo effetto benefico, davvero visibile ad occhio nudo!

Un’altra peculiarità importante e che rende davvero utile la carbossiterapia è la sua immensa versatilità.

Questa tecnica può essere utilizzata su qualunque parte del corpo, dal cuoio capelluto (in caso di indebolimento dei capelli), al seno (per migliorare il trofismo e la tonicità della cute), all’addome (per favorire i processi di dimagrimento), così come a cosce e gambe (per la cellulite, la ritenzione idrica e i crampi muscolari).

In caso di post trauma o fenomeno di Reynaud (mano bianca o viola) è possibile utilizzare questa terapia anche per mani e piedi, sulle palpebre in caso di occhi gonfi o sui genitali per l’Inuratio Penis Plastica (Malattia di Peyronie).

Non esistono stagioni per la carbossiterapia: è sempre attuabile senza controindicazioni di caldo o freddo.

La quantità di sedute varia a seconda delle patologie e della zona del corpo: 10 per la cellulite, 5 per capelli, viso, collo e seno e 2-4 per i traumi.

Anche molti uomini usufruiscono di questa terapia, principalmente nei post-trauma o per patologie vascolari-sessuali, ma sempre di più, anche per motivi estetici.

Il fastidio durante il trattamento è molto personale, ma con le nuove tecniche di iniezione e considerati i risultati, è quasi impossibile che la terapia venga interrotta.

Le controindicazioni?

Sono definibili dopo valutazione del medico e a seconda delle quantità iniettate. Gli unici che devono prestare la giusta attenzione sono i pazienti sofferenti di acidosi metabolica (generalmente ricoverati in ospedale), i pazienti che assumono ACE inibitori (per rallentato smaltimento dell’anidride carbonica) e quelli con infezioni.

Se l’articolo è stato di vostro gradimento o vi ha interessato passate pure dal nostro studio per stabilire insieme quali potrebbero essere le terapie giuste per il benessere del vostro corpo.

E ricordati: la carbossiterapia è un trattamento sicuro, privo di tossicità, indispensabile per la tua salute, la tua bellezza e la forma fisica.


Share: